UNIVERSITA’ AGRARIA E PARCO “LA PINETA”: COME A NATALE,PRIMA DELLE ELEZIONI SONO TUTTI PIU’ BUONI

Dopo mesi e mesi di solleciti e proteste dei cittadini (e di AmiAmo Gallicano), l’Università Agraria (proprietaria del parco e responsabile della sua manutenzione) ad una settimana dall’indizione delle nuove elezioni per il rinnovo del Consiglio di Amministrazione (secondo la più consolidata tradizione italiana che vede attappare buche e tagliare nastri prima di ogni elezione), ha provveduto al taglio degli alberi che da molto tempo ostruivano in maniera pericolosa il passaggio delle auto in Via delle Colonnelle. A leggere il comunicato dell’Ente il problema, finalmente risolto, era la “mancanza di sinergia” tra l’Università Agraria e gli altri Enti: quindi cari cittadini se qualcuno vi chiederà conto del perché non tagliate la vostra siepe che sporge per strada potrete tranquillamente rispondere che “siete in attesa di rinnovare la sinergia con l’Amministrazione comunale”.
Dopo averci fatto rischiare per mesi e mesi l’incolumità con le macchine non potando gli alberi che avevano invaso la strada siamo arrivati al paradosso di leggere ringraziamenti e beatificazioni per aver assolto (in colpevole e irresponsabile ritardo) ai propri obblighi.
D’altro canto,l’Assessore Rossi rivelando che “finalmente l’Università Agraria collabora fattivamente nelle manutenzioni del territorio” ci lascia intendere, con quel “finalmente” pesante come un macigno,che in quest’ultimi sette mesi di mandato il Comitato di Gestione sembrerebbe non averlo fatto… siamo certi che il tutto troverà spiegazione nelle liste elettorali,e nei nomi dei candidati, che nelle prossime settimane si presenteranno all’appuntamento per il rinnovo del Comitato di Amministrazione dell’Ente.
Quindi oggi, proprio nel giorno di S.Antonio abate tanto caro al nostro paese, mi sento di rivolgere al Comitato di Gestione dell’Università Agraria pro tempore (Betti Fabrizio, Rossi Duilio, Bonamore Pierpaolo, Ciamei Andrea, Milani Gabriele) un sentito “Troppa grazia, sant’Antonio! “.
Nei prossimi giorni parleremo del nuovo statuto dell’Ente redatto in questi 7 mesi dal Comitato di Gestione e che verrà (forse) approvato nell’Assemblea del 25 gennaio… un altro esempio di “sinergia” ,a dirla a modo loro

università agraria.

Leave a Reply